NAMASTE - accoglienza, giustizia, pace  
Namaste
accoglienza, giustizia, pace
addiopizzo1
Immagini | Calendario | Mappa | 8 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me
Iscriviti
Password dimenticata?

 Associativa
 :: Chi siamo
 :: Le attività
 :: Manifestazioni per la Pace
 :: Namaste su carta
 :: Pensiero alla pace

 Home
 :: Sostienici...
 :: Per contattarci...
 :: Home page

 Servizi
 :: Gli appuntamenti
 :: I links
 :: Il vecchio sito
 :: Newsletter
 :: Rassegna stampa

 Rubriche d'autore
 :: Diario dalla scuola
 :: La pagina dei Masina
 :: Lettere da Laodicea
 :: Storie dal Concilio

 Rubriche tematiche
 :: Chiesa
 :: Contro tutte le mafie
 :: Dal carcere di Rebibbia
 :: Per la pace
 :: Sulla Giustizia
 :: Una finestra sul mondo
 :: Varie

 Suggerimenti per...
 :: ...l'ascolto
 :: ...la formazione
 :: ...la visione
 :: ...la lettura

 Ricerca
  

 News da Peacereporter
XML parseError on line 0, reason : System error: -2147012889.

NAMASTE - accoglienza, giustizia, pace
Con gli RSS (Really Simple Syndication) puoi visualizzare i titoli degli ultimi articoli pubblicati su Namaste e raggiungere direttamente i contenuti. La visualizzazione può avvenire sia con un lettore installato sul tuo Pc  (es. Feedreader, scaricabile gratuitamente a questo indirizzo http://www.feedreader.com, sia elencarli in una pagina del tuo sito.
"Prendi" l'RSS di Namaste gratis


Namaste è associata a Libera
  Per la pace
 Hiroshima-Nagasaki perchè non si dimentichi mai...
*In memoria di Hiroshima e Nagasaki nel 60° anniversario dallo sgancio della prima bomba atomica anni .I versi di questo scritto sono stati composti da "Agnese Ginocchio-cantautrice per la Pace e la nonviolenza" quale Contributo-Testimonianza di Pace dal basso*

Hiroshima-Nagasaki
                non si dimentichi mai...
 
All'inizio una luce abbagliante all'orizzonte come un aurora boreale...
seguita da un boato di folgori e di tempeste magnetiche
che in un attimo cambiarono il corso della storia...
poi un fungo malefico s'innalzò e  oscurò tutt'intorno....
a  più terribile  sciagura  sul mondo
- l' agonia  nella  notte dei secoli-
l'aria divenne irrespirabile
il giardino inaridì e si tramutò in deserto
un fumo nero coprì   la terra  di funeste velo
un flagello si abbattè   sull'umanità in cammino
strage-terrore :dove fuggire?Solo morte e distruzione all'intorno
 
Hiroshima-Nagasaki
                non si dimentichi mai...
 
Vita e Uomo si disciolsero sotto gli effetti delle radiazioni mortali
la particelle radioattive consumarono in un attimo
quel che agli antichi  albori dei secoli era :
il  Disegno del Creatore dell' universo...
lì ogni respiro cessò il suo battito vitale
i pochi sopravvissuti segnati per sempre nelle membra  
dai colpi  dell'odio distruttore
e dagli ordigni micidiali - attentato  alla vita-!
 
Hiroshima-Nagasaki
                non si dimentichi mai...
 
su di un fiume scorrono quei giorni
sono ancora vive le paure  ,
tramortiti i sensi , offuscati i tempi
nel fumo di quel fungo malefico che cambiò la storia...
ma sono ancora vive le speranze ,ancora vivi i sogni
ancor vive  ed  audaci  le volontà di rinascere,di lottare e di cambiare...
e galleggianti sulle acque che or tranquille nel  silente corso
son condotte dalla corrente del sud  diretta verso il nord...
nel solenne e profondo gesto  di abbracciare il mondo
or  i pensieri volano di coloro- i cui sguardi assenti dalla morsa  del tempo
ancor aspettano  e  fissi  mirano  intravedendo
tra le acque tacite e tranquille, il corso della loro vita che ancora scorre
come per miracolo salvati dall' immane destino che non risparmiò i loro simili...
e le speranze di rinascita che aspettano di realizzare ancora
scorron su quelle acque , dopo la lunga notte del fungo malefico che oscurò il mondo/e or galleggian sulle onde danzanti e anelanti  per  il  futuro dell'umanità...
 
Hiroshima-Nagasaki
                non si dimentichi mai...
 
Dove sono gli sconfitti e dove i vinti?
I sopravvissuti innalzano dal profondo un lamento simile a un canto
non è la nenia della rassegnazione , ma della giusta  indignazione
In quel Canto-memoria di un gesto barbaro
scatenato dalla follia dell'odio omicida e distruttore della Vita e del Creato-
s' ode ripetere interminabile come un ritornello ad libitum senza fine:
"non si dimentichi  mai...non si dimentichi mai..."
Le trincee lì distese  a campi ,sembrano cimiteri sconfinati
ancora si scorgono nella  lunga e scoscesa valle del pianto
colpita  dal fungo malefico che cambiò la storia
fosse riempite  di resti disintegrati di uomini e cose..
macigni di pietre  consumati ,ossa inaridite,volti deformati
ciò che un tempo era  considerato l'emblema della bellezza
è stato completamente  devastato
e precocemente  trasformato  in  mostruosità ...
la valle del Canto divenne valle della disperazione .
Gesti folli e barbari  scatenarono inimicizia e odio omicida
radici velenose come una malaria,malattia mortale
colpirono il mondo segnandolo per sempre
arrestandone il corso, lo splendore, la linfa vitale!
 
 Hiroshima-Nagasaki
                 non si dimentichi mai...
 
Vi è ancora  un  solco molto  esteso spalancato e aperto come un abisso
una ferita mortale che continua a minacciare il mondo
guerre,devastazioni, terrore ,violenze inaudite e barbarie
avanzano  senza tregua come una morsa infernale
che stringe  tutt'intorno , gettando l'umanità  in una  trappola  mortale
come una maledizione causata dall' insaziabile potere  distruttore,
dal desiderio di dominio e dalla brama di possesso globale.
Babilonia,la grande città ,la meretrice della storia ha colpito e corrotto i cuori
inducendo gli uomini alla perdizione...
 
Hiroshima-Nagasaki
                non si dimentichi mai...
 
 I sopravvissuti e le vittime son lì fermi a raccontare a ricordare
cantano la speranza di un sogno
galleggiante sulle acque del fiume del mondo..
lì scorron i giorni,le ore e le stagioni viandanti..
La vita continua il corso ,
perchè la forza dell'Amore è più forte dell' ordigno "Little Boy"
che seminò morte e distruzione..
La vita continua il corso...le  placide e silenti acque  placano l'ira
e leniscono le ferite dell' odio ramingo ,  dissipatore di speranze...
riportando l'uomo alla ragione,riconciliando l'umanità  all'Amore,
ricucendo gli strappi e come in un mosaico riunendo i pezzi  a se stanti
e riconducendo infine alla  fratellanza universale.
 
Hiroshima-Nagasaki
                non si dimentichi mai...
 
Le acque del fiume che scorrono  senza mai fermarsi
sono  la vita  e  la speranza che viene condotta 
dalla mano provvidente del Signore ,padrone del tempo e della Storia
come  per  ricominciare a ridisegnare  il  mondo da capo ,
a ridisegnare il corso degli eventi e la storia dell'uomo fratello.
Un mondo diverso sarà  possibile...
se avremo capacità di innalzarci e di abbassarci nel contempo
Umiltà  e Impegno veritiero disarmeranno  la storia  dell'umanità
essi devono -dal basso -camminare insieme come fratelli
essi sono i vessilli (le bandiere) e i segni nonviolenti di riconoscimento
dei veri condottieri che -dal basso - fisseranno  le basi
che acquisteranno  la capacità di  innalzarsi e di appoggiarsi
alle  Due  salde  Colonne (* )che uniscon  come  Ponti Arcobaleno ...
Se ci lasceremo condurre e portare  tutti
alle tacite e trasparenti acque galleggianti del  silente fiume maestro...
le correnti avranno forza e vigore di unirsi  ed  arrivare così al  grande  Mare( * *)
ove  potranno confluire infine verso  quella  meta  finale :
L 'Oceano  immenso e  sconfinato dell'Amore
per  cui la Vita e ogni cosa  esistente  al mondo
ha preso origine ,forma ,essenza ed esistenza ....
Lì  non ci sarà  più spazio per odio  , guerra e distruzione....
Il deserto fiorirà  in giardino ,la valle del pianto  tornerà  a  sorridere e a splendere come  Sole...
 
Affinchè sia  Ordine,Sicurezza,Legalità ,Nonviolenza,
Giustizia,Libertà ,Amore e Pace ...ovunque e per sempre....
                                Hiroshima-Nagasaki
                                               non si dimentichi mai più...
                                                         mai più guerra...!
                                                              PACE-Nonviolenza -Amore!
 
  Shalom..salam..peace..pax..pau..mir..friede...amani...
 

"(:*) I Vertici del mondo: Nord e sud-est e ovest che si congiungono al Cielo  "
"(:**) Il  grande Re e Signore della Storia"
 

Copyright@ Diritti riservati SIAE by:Agnese Ginocchio
 
Scritta il 1 /08/05 By:Agnese Ginocchio cantautrice per la pace e la nonviolenza contro tutte le guerre , le mafie e il terrorismo * www.agneseginocchio.it
-Ricordando tutte le stragi e gli attentati,i bombardamenti e le guerre della storia-
 
 
 
  -A Ghedi, Aviano e Padova dal 6 al 9 agosto sono previste una serie di iniziative per la messa al bando delle armi nucleari. Sarà presente Seiko Ikeda, sopravvissuta all'esplosione nucleare di Hiroshima .
 -“In Memoria del 6 Agosto 2005 sessant'anni esatti dallo sgancio della prima bomba atomica della storia, che rase al suolo la città giapponese di Hiroshima. Tre giorni dopo, il 9 agosto 1945, la stessa sorte toccò a Nagasaki. Un orrore che ha contato più di 200 mila morti nei soli primi mesi successivi alla deflagrazione nucleare. Ad oggi le vittime sarebbero, secondo alcune stime, almeno 350 mila: morti che oggi non possono essere solo commemorati.
Sessant'anni dopo, infatti, il rischio di un conflitto nucleare torna a minacciare l'umanità....E' infatti in atto un pericoloso rilancio del nucleare militare, soprattutto dopo l'11 settembre, con la ricerca e la produzione di una nuova generazione di bombe nucleari più piccole e "maneggevoli" e con le bunker-busters, che possono penetrare in profondità. Una responsabilità anche italiana, visto che all'aeroporto militare italiano di Ghedi (Brescia) e nella base Usaf di Aviano sono stoccate complessivamente 90 testate nucleari pronte all'uso."
 
In varie parti del mondo in quei giorni diverse organizzazioni terranno  manifestazioni  che si inseriscono nella rete internazionale di iniziative e marce  , aderendo alla Campagna Globale per la Messa al Bando delle Armi Nucleari "Abolition Now".
Un impegno nel segno di Sadako, la bimba di Hiroshima che aveva due anni quando la sua città fu rasa al suolo da "Little Boy"; ammalatasi di leucemia a causa delle radiazioni, iniziò a piegare le mille gru di origami che secondo un'antica tradizione giapponese le avrebbero concesso di realizzare il suo sogno. Continuò a piegare foglietti di carta colorata fino a poco prima della sua morte, a dodici anni, il 25 ottobre 1955. "Sadako e le sue gru - sottolinea Lisa Clark di Beati i Costruttori di Pace - ci insegnano che non bisogna mai rinunciare, anche quando l'obiettivo sembra irraggiungibile"-
 
 
______________________________________________________
 
Note su Agnese Ginocchio
 

La cantautrice Agnese Ginocchio ha alle spalle diverse esperienze musicali che l'hanno vista finalista e vincitrice di concorsi nazionali. Le sue ultime canzoni sono state arrangiate dal Maestro Niki Saggiomo e vertono sul tema della pace, della giustizia e della solidarietà. E' da anni impegnata nella proposta musicale impegnata, volta ad offrire spunti di profonda riflessione esistenziale. Le sue canzoni non lasciano indifferenti l'ascoltatore, il quale è "docilmente costretto" a porsi interrogativi sui fondanti temi della vita.

Membro di Pax Christi, del comitato "Caserta Città di Pace", del comitato provinciale "Libera contro tutte le mafie", amica di Peacelink e del Movimento Nonviolento, in molte occasioni la sua voce è stata colonna sonora di pace e di solidarietà; sempre presente - a partire dal suo territorio d'origine - nella lotta popolare nonviolenta per la difesa dei diritti umani e dell'ambiente e nella lotta contro la privatizzazione dell'acqua e la criminalità organizzata. Per questo definita la "Joan Baez della Pace" e "Voce di Donna dal basso per essere voce dei senza voce", usa il linguaggio della musica per promuovere nelle scuole e nelle piazze la cultura nonviolenta basata sulla legalità e sulla pace al fine di sensibilizzare ed indurre - in particolare le nuove generazioni - alla riflessione sul senso della propria vita. Da anni promuove la campagna di sensibilizzazione e di lotta contro la povertà e la fame nel mondo e a favore del disarmo, collaborando con varie associazioni, movimenti e con i missionari comboniani di Castel Volturno. In particolare mostra attenzione al martoriato continente africano "sfruttato e abbandonato contemporaneamente".

"La Musica e l'Arte a servizio della Pace - afferma Agnese - uniscono come ponti simili ad arcobaleno il cuore di tutti gli uomini che riscoprono di essere fratelli; queste espressioni concorrono a salvare il mondo dall'autodistruzione, perchè consentono ancora all'uomo di coltivare la speranza e la gioia".
"La musica è la mia arma diretta nonviolenta", così in occasione di un'intervista radiofonica. E ancora: "La mia musica vuol essere mezzo di trasmissione di messaggi di solidarietà, di amicizia, di amore, di giustizia, di legalità, di libertà, di speranza e vuole scuotere l'imperante indifferenza nei confronti dei mali nel mondo".

Da settembre 2005 nell'ambito del Contenitore di Argomenti Esistenziali "On the Air" organizzerà e condurrà il format radiofonico "Voci dell'Altro Mondo", settimanale di approfondimento dei temi legati all'umanità che soffre.

(Fonte OnTheAir) http://www.lmaxm.it/vam/topic.asp?TOPIC_ID=222&FORUM_ID=32&CAT_ID=4

 
 Pagine piu' visitate
 :: Per la pace
 :: Chiesa
 :: Lettere da Laodicea
 :: Pensiero alla pace
 :: Una finestra sul mondo

 Suggerimenti

"Da anni cerco disperatamente di capire perché diavolo i piloti kamikaze indossavano il casco..."

Dave Edison


 Archivio
 :: Vogliamo un mondo di pace, vogliamo essere uomini e donne di pace 
 :: MAI PIU' LA GUERRA 
 :: QUALE FESTA DELLA REPUBBLICA? 
 :: 2 GIUGNO: FESTA DI POPOLO 
 :: LA PAROLA PACE E LA PAROLA GUERRA 
 :: L’Italia ripudia la guerra: educhiamo alla pace 
 :: Bombe o Pavesini? 
 :: Marcia Perugia-Assisi 2011 
 :: Libia: intervenire è difficile, non impossibile! 
 :: Libia – Italia: l'imbarazzata complicità 
 :: Una vuvuzela per la pace 
 :: Lettera aperta ai partecipanti alla Marcia per la pace Perugia-Assisi del 16 maggio 2010 
 :: Il Paese reale 
 :: Vieni anche tu! 
 :: Dal 14 al 16 maggio: Forum della Pace. Non perdere l'occasione! 
 :: E' tempo di reagire! Appello della Marcia Perugia-Assisi 
 :: Caro sig. Ministro, anche la Bosnia? No, non ci posso credere! 
 :: I martiri, l'amore vero e le elezioni 
 :: Marcia Mondiale per la PACE 
 :: MARCIA MONDIALE PER LA PACE E LA NONVIOLENZA - Mantova 
 :: Marcia mondiale della Pace - serata al Papaqua a Mantova 
 :: F35: SIAMO PROPRIO SICURI? 
 :: La Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza 
 :: 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani 
 :: Rifiutiamo la guerra, gridiamo la speranza - Iraq: la tragedia continua  
 :: Morte mons Rahho 
 :: Delegazione internazionale di Pax Christi in Iraq 
 :: Premio nazionale per la Legalità 'Paolo Borsellino' 
 :: Normali stragi? 
 :: LA STORIA DELL'ANGELO SAMUELE 
 :: Dalla parte della speranza 
 ::  L’amore e il servizio 
 :: Perugia-Assisi, il giorno dopo 
 :: Da questa guerra inutile, una pace definitiva per il Medio Oriente? 
 :: APPELLO DI ALEX ZANOTELLI  
 :: Appello dall'Iraq 
 :: Baghdad: ordinaria follia, spari contro la macchina di mons Warduni 
 :: Armi leggere... a confronto con l'etica 
 :: Investimenti etici: società civile, banche e politica ne discutono insieme 
 :: Vuoi che andiamo a strappare la zizzania?  
 :: Pace a caro prezzo - Pax Christi 
 :: CON UNA CARTOLINA GERUSALEMME E' ANCHE PALESTINA! 
 :: Poesia per la Pace 
 :: PACE GIUSTIZIA LEGALITA' NEI CUORI per la CALABRIA 
 :: 40 anni fa don Milani... 
 :: Campagna banche armate 
 :: PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO DA APPROVARE NELLE ISTITUZIONI ITALIANE A SOSTEGNO DELLA CAMPAGNA PER IL DISARMO IN BRASILE 
 :: X edizione Festival Internazionale Pace Assisi 2005  
 :: Marcia Perugia-Assisi per la giustizia e la pace 
 :: I Corpi Civili di Pace e l'Università di Bologna formano i nuovi Mediatori Internazionali di Pace 
 :: Hiroshima-Nagasaki perchè non si dimentichi mai...  
 :: Una spesa che non serve alla democrazia irachena 
 :: Concerto per la VI Giornata Europea della Cultura Ebraica 
 :: Corso per Mediatori Internazionali di Pace 
 :: Scuola Diritti Umani 
 :: Cessate il fuoco 29/2005 dal 21 al 28/7 2005 
 :: Cessate il fuoco 28/2005 dal 14 al 21/7 2005 
 :: Cessate il fuoco 27/2005 dall'8 al 13/7 2005 
 :: Cessate il fuoco 26/2005 dall'1 al 7/7 2005 
 :: Cessate il fuoco 25/2005 dal 24 al 30/6 2005 
 :: Cessate il fuoco 24/2005 dal 17 al 23/6 2005 
 :: Cessate il fuoco 23/2005 dal 9 al 16/6 2005 
 :: Cessate il fuoco 22/2005 dal 3 al 9/6 2005 
 :: In Puglia insieme per un laboratorio maieutico primaverile 
 :: Cessate il fuoco 21/2005 dal 28/5 al 2/6 2005 
 :: Cessate il fuoco 20/2005 dal 21 al 27/5 2005 
 :: Per la liberazione di Clementina Cantoni  
 :: Cessate il fuoco 19/2005 - dal 14 al 20-5-05 
 :: Cessate il fuoco 18/2005 - dal 6 al 13-5-05 
 :: Cessate il fuoco 17/2005 - dal 29-4 al 5-5 
 :: Cessate il fuoco 16/2005 - dal 22 al 28-4 
 :: Cessate il fuoco 15/2005 - dal 15 al 21-4 
 :: Cessate il fuoco 14/2005 - dall'8 al 14-4 
 :: Cessate il fuoco 13/2005 - dall'1 al 7-4 
 :: Cessate il fuoco 12/2005 - dal 26 al 31-3 
 :: Cessate il fuoco 10/2005 - dal 11 al 17-3 
 :: Cessate il fuoco 9/2005 - dal 4 al 10-3 
 :: La Pace è una bambina (video dell'intervento di don Luigi Ciotti) 
 :: Cessate il fuoco - dal 26/2 al 3/3 2005  
 :: Cessate il fuoco - dal 19 al 25-2 2005 
 :: Accanto a Giuliana, per la fine della guerra 
 :: Lettera a Giuliana Sgrena 
 :: Sandali e anfibi 
 :: NON LASCIARTI VINCERE DAL MALE MA VINCI CON IL BENE IL MALE 
 :: Giornata ecumenica del dialogo cristianoislamico  
 :: Ponti non muri 
 :: La progettazione nazionale e internazionale per esperti in Operazioni per la Pace 
 :: Regola della pace 
 :: Uccidetemi qui 
 :: Per un’alleanza di civiltà 
 :: Appello per la liberazione di Simona Pari e di Simona Torretta e dei due operatori iracheni Ra'ad Alì Abdul-Aziz e Mahnaz Bassam 
 :: Un Ponte per 
 :: Nulla di cristiano 
 :: Accanto alle chiese cristiane irachene 
 :: La guerra infinita 
 :: VINCENZINO E MOHAMED: IL VERO NOME DI DIO-ALLAH E’ AMORE 
 :: Emozioni manipolate 
 :: Il Papa parlerà chiaramente a Bush 
 :: Pur di salvare una vita umana... 
 :: Il realismo dei pacifisti 
 :: FIACCOLATA DEL VOLONTARIATO 
 :: Cronache di una manifestazione annunciata 
 :: NON TRASCURARE LA MEMORIA PERICOLOSA - L’esperienza del campo di Fossoli 
 :: Sabato 20 marzo 2004: il mondo dice si alla pace 
 :: Per una democrazia viva 
 :: IL DIALOGO HA VINTO SUL TERRORE 
 :: UN IMPEGNO SEMPRE ATTUALE: EDUCARE ALLA PACE 
 :: Solidarietà a monsignor Nogaro 
 :: Per onorare davvero tutti i caduti. Sostegno al vescovo Nogaro 
 :: Solidarietà per le vittime di Nassirya 
 :: La marcia in 30 righe 
 :: Dai balconi alle strade 
 :: I messaggi del Papa e del Presidente della Repubblica alla Marcia Perugia Assisi 
 :: 5^ Assemblea de L'Onu dei Popoli 
 :: L'altro terrorismo 
 :: Marcia per la pace Perugia-Assisi 2003 - Appello 
 :: Marcia per la pace Perugia-Assisi 2003 

26 pace
Associazione Namaste onlus - Ostiglia (MN) - powered website fullxml.com